Soroptimist International Club Locarno e la Fondazione Orchidea

/Soroptimist International Club Locarno e la Fondazione Orchidea

Soroptimist International Club Locarno e la Fondazione Orchidea

Club Soroptimist Locarno e la Fondazione Orchidea

Lunedì 21 marzo 2016 le amiche del Club di Locarno si sono incontrate presso la Fondazione Orchidea di Riazzino, a favore della quale il Club di Locarno lavorerà durante l’anno 2016.

La Fondazione Orchidea si occupa di floricoltura; è una istituzione integrativa, offre una formazione completa, che sfocia nel diploma federale di apprendistato, prevalentemente a giovani con leggero deficit cognitivo, ragazzi non ancora pronti per il lavoro, che hanno bisogno di più tempo.

Gli apprendisti devono avere un riconoscimento di invalidità.

La formazione in ditta è curata , oltre che da giardinieri per gli aspetti professionali, anche da due educatori che offrono un sostegno sia sul piano personale sia su quello scolastico (gli apprendisti frequentano l’Istituto di Mezzana durante un giorno per settimana).

La filosofia è quella dell’autonomia: in principio la formazione ha lo scopo di far uscire i giovani per inserirsi in modo normale nel lavoro.

La Fondazione Orchidea è un’azienda sociale; ma bisogna intendersi: un’azienda sociale non vive di soli sussidi, deve produrre e vendere per autofinanziarsi. Nel caso specifico l’azienda, a causa della crisi del settore (fiori importati, prezzi bassi…) ha dovuto riorientarsi: accanto ai gerani, prodotto di punta, ha inserito anche ortaggi, a seconda delle richieste del mercato.

Naturalmente è aperta anche ai clienti privati, perché ciò fa parte della filosofia di integrazione che la ditta rappresenta.

Insomma, è stata una visita illuminante e molto apprezzata da tutte le socie. È stata accompagnata dal Signor Paolo Jauch e completata da una interessante conferenza del Signor Mattia Mengoni, Presidente della Conferenza degli Istituti Ticinesi e Direttore dell’Istituto Miralago.

La serata si è piacevolmente conclusa al Ristorante Aeroporto di Magadino.

Annamaria Gélil

2018-01-17T20:58:31+00:00